Nuovi colpevoli all’orizzonte?

comunicato

Non è stupore: non potremmo essere stupiti, leggendo le più vistose note della copiosa relazione d’accesso agli atti.
Lo stupore subentra ad un evento inaspettato. E Noi Cittadini siamo ben consapevoli – tralasciando le indagini giudiziarie – di quanta disonestà volontaria fosse presente entro e fuori alle mura comunali, prima e dopo, anche e purtroppo, il 10 Dicembre.
Leggiamo che《l’ufficio tecnico ed il comando dei vigili urbani sono stati inadempienti nel far osservare la normativa urbanistica. A beneficiare della “negligenza” sarebbe stato anche l’ex assessore ai Lavori pubblici, nei cui confronti non sono mai state attuate le ingiunzioni alla demolizione delle opere realizzate illecitamente [N.B. l’identità dell’ex assessore ai Lavori Pubblici non la citeremo, rimettendo alla vostra discrezionalità la ricerca del nome].
Pesano queste parole, e molto: intravediamo chiarezza dopo mesi di foschia, di dubbi, di domande a cui non facevano seguito risposte. Solo vaghe ed approssimative idee che albergavano in ognuno di Noi. Insomma, non tergiversiamo: la relazione è chiara. Brogli, brogli e brogli ovunque.
Certo, questo è il passato. Oramai il terremoto è avvenuto pur mantenendo delle scosse di assestamento più o meno forti. Ma guardiamo al presente.
Ebbene. Noi come Cittadini, più che come attivisti, ci auguriamo che le persone coinvolte  “indirettamente” con il connivente silenzio – dal momento in cui le persone direttamente coinvolte sono state già raggiunte da misure cautelari – abbiano il buon gusto di prediligere, ora più di prima, la vita privata e con essi anche i parenti. Perché se il vecchio si ripresenta attraverso nuovi corpi, non è il nuovo che avanza ma il vecchio che ritorna “differentemente”. Con differenti persone.

Noi continueremo ad informare, frantumando il velo di parassitismo con il nostro essere un po’ partigiani, o boyscout – a detta di qualcuno.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *