Il cittadino illuso, miscredente e disinformato

Domenica 18 e 25 Ottobre armati di gazebo in spalla, questionari tra le mani e tanto sincero entusiasmo, siamo stati presenti in Piazza Vittoria e P. Manna: ci ha sicuramente invasi la contentezza per aver accolto pensieri ed opinioni di chi, come noi, è un Cittadino di Trentola Ducenta. Ma ad onor del vero, però, con la contentezza si è intrufolata anche una nota stonata. L’amarezza. Così, la soddisfazione per la curiosità, propositivitá, condivisione ed esigenza di confronto che abbiamo rilevato nelle “ore dello stare insieme”, ha subíto uno sgambetto.

Se è vero che le sensazioni positive hanno elasticamente spinto il nostro umore verso l’alto, é vero anche, però, che proprio come un elastico l’umore é rimbalzato indietro nell’ammettere che la diffidenza ha ingrigito l’arcobaleno dell’entusiasmo iniziale. E purtroppo la diffidenza genera lui: il Cittadino scettico, perché miscredente.

Il Cittadino miscredente, perché illuso.

Il Cittadino illuso, perché arrabbiato per slogan politici rimasti tali.

Il Cittadino arrabbiato, perchè disinformato o non informato.

Il Cittadino disinformato, perchè un popolo ignorante é un popolo facile da ingannare, apostrofó un Tale.

Ad aggravare il tutto è stato il dover osservare ed udire alcuni Cittadini che schivamente ci hanno evitato nel momento in cui giunto il Primo cittadino.

Quindi Cittadini, se la diffidenza può essere colmata ed arginata, l’omertà no.

Abbiate il coraggio di essere liberi dalla ragnatela dell’omertá!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *